Detrazioni 730 2020: guida detrazioni e deduzioni

D

modello 730 1029 detrazioni dichiarazioni dei redditi

Si avvicina il momento fatidico collegato alla presentazione delle dichiarazioni dei redditi 2020 periodo d’imposta 2019 e, come ogni anno, si rinnova per tutti i contribuenti italiani la possibilità di portare in detrazione o in deduzione determinate spese sostenute nel corso dell’anno precedente.

Le detrazioni e le deduzioni hanno come effetto quello di determinare una riduzione delle tasse già pagate con conseguente recupero finanziario della differenza sotto forma di un maggiore accredito dello stipendio direttamente in busta paga (se si è lavoratori dipendenti o pensionati) o di un maggiore credito da richiedere a rimborso o da utilizzare in compensazione in sede di pagamento delle imposte (se si è lavoratori autonomi titolari di partita iva).

In questo articolo, cercheremo di fornire al contribuente un riepilogo dei principali costi e spese che danno diritto di detrazione o deduzione e che per tale motivo devono essere tenuti in considerazione in sede di dichiarazione dei redditi.

 


DETRAZIONI 730 2020: FAMILIARI A CARICO

Il requisito fondamentale per beneficiare delle detrazioni per i familiari a carico nel modello 730 e che questi non superino il reddito annuo di 2.840,51 euro al lordo degli oneri deducibili.

Dal 2019 la detrazione è salita a 4.000 euro per i figli maggiorenni di età non superiore ai 24 anni.

Si considerano familiari a carico del contribuente:

  • coniuge non legalmente ed effettivamente separato. In tal caso la detrazione spettante è
    • euro 800 fino ad un reddito di euro 15.000;
    • euro 690,00 se il reddito è compreso tra euro 15.001 ed euro 40.000;
    • euro 690,00 per la parte corrispondente al rapporto tra 80.000 – diminuiti del reddito complessivo – e 40.000 per i redditi compresi tra euro 40.000 ed euro 80.000.

    Come indicato nella seguente tabella detrazione può essere aumentata in funzione del reddito complessivo,

    Maggiorazione detrazione Reddito
    10,00€ maggiore di 29.000 euro ma inferiore ai 29.200 euro
    20,00€ maggiore di 29.200 euro ma inferiore a 34.700 euro
    30,00€ maggiore di 34.700 euro ma inferiore a 35.000 euro
    20,00€ maggiore di 35.000 euro ma inferiore a 35.100 euro
    10,00€ maggiore di 35.100 euro ma inferiore a 35.200 euro
  • figli indipendentemente dall’età e compresi figli adottivi, affidato o naturali riconosciuti. In questo caso la detrazione spettante è
    • euro 1.220 per figli di età inferiore a 3 anni;
    • euro 950 per figli di età superiore a 3 anni;
    • è prevista una quota aggiuntiva da 200 a 400 euro per i figli portatori di handicap.
    • ATTENZIONE: Non è prevista alcuna detrazione con reddito superiore a 95.000 euro.
  • altri familiari (coniuge separato; nipoti; genitori; suoceri; fratelli o sorelle; generi e nuore; nonni). In questo caso, spetta una detrazione data dal seguente rapporto:
    750   x (80.000 – reddito complessivo) / 80.000

Per maggiori informazioni su detrazioni figli a carico leggi anche “DETRAZIONI FIGLI A CARICO: NOVITA’ FISCALI 2019-2020”.


DETRAZIONI 730 2020: RIEPILOGO PRINCIPALI ONERI DETRAIBILI E IMPORTI MASSIMI

Di seguito si riepilogano le principali spese che garantiscono il diritto di detrazione pari al 19% sull’imposta IRPEF pagata nel corso dell’anno.

  • Spese sanitarie
    • Importo: INTERO IMPORTO
  • Interessi sul mutuo abitazione principale, mutui agrari
    • Importo: 4.000
  • Interessi sul mutuo ipotecario per costruzione abitazione principale
    • Importo: 2.582,28
  • Spese per l’intermediazione immobiliare o provvigioni
    • Importo: 1.000
  • Canoni di locazione dell’abitazione principale
    • Importo: (vedi sotto)
  • Assicurazione sulla vita e contro gli infortuni
    • Importo: 19% su INTERO IMPORTO
  • Assicurazione rischio non autosufficienza
    • Importo: 1.291,14
  • Polizza assicurativa contro calamità naturali
    • Importo: INTERO IMPORTO
  • Per spese mediche e sanitarie per portatori di handicap e disabili
    • Importo: INTERO IMPORTO
  • Spese veicoli per persone con disabilità
    • Importo: 18.075,99
  • Premi assicurativi finalizzati alla tutela delle persone con gravi disabilità
    • Importo: 750
  • Spese veterinarie
    • Importo: 387,34 (su parte eccedente 129,11)
  • Spesa frequenza asilo nido
    • Importo: 632
  • Spese istruzione (frequenza scuola infanzia)
    • Importo: 800
  • Spese istruzione (frequenza corsi universitari)
    • Importo: INTERO IMPORTO
  • Spese per attività sportive dei figli
    • Importo: 210
  • Spese per studenti fuori sede (canoni locazione)
    • Importo: 2.633
  • Spese per assistenza personale
    • Importo: 2.100
  • Spese funebri
    • Importo: 1.550
  • Spese per il trasporto pubblico
    • Importo: 250
  • Spese per minori o maggiorenni affetti da DSA (fino al completamento della scuola secondaria)
    • Importo: INTERO IMPORTO
  • Spese per canoni di leasing immobili adibiti ad abitazione principale (reddito contribuente < 55.000)
    • Importo: 4.000
  • Erogazioni liberali a favore di popolazioni colpite da calamità pubbliche o eventi straordinari
    • Importo: 2.065,83
  • Erogazioni liberali a favore di associazioni sportive dilettantistiche
    • Importo: 1.500
  • Erogazioni liberali a favore della societa’ di cultura Biennale di Venezia
    • Importo: 19% IMPORTO EROGAZIONE fino a 30% su reddito imponibile
  • Erogazioni liberali a favore di istituti scolastici
    • Importo: INTERO IMPORTO

Garantiscono una detrazione in misura fissa anche le spese sostenute per l’affitto dell’abitazione principale. In particolare,

  1. Contratti L. 431/1998 – Detrazione su affitto per abitazione principale applicabile a tutti i tipi di contratto:
    • Detrazione: 300,00 euro se il reddito del contribuente non supera i 15.493,71 euro;
    • Detrazione: 150,00 euro se il reddito del contribuente è compreso tra i 15.493,72 e 30.987,41 euro.
  2. Contratti di affitto a canone convenzionale – Detrazione su affitto abitazione principale 2018 in cedolare secca:
    • Detrazione: 495,80 euro se il reddito complessivo del contribuente non supera € 15.493,71;
    • Detrazione: 247,90 euro se il reddito complessivo del contribuente è compreso tra € 15.493,72 ed € 30.987,41.
Per maggiori informazioni puoi consultare anche:

Di seguito si riepilogano, invece, le principali spese che garantiscono il diritto di detrazione pari al 26% sull’imposta IRPEF pagata nel corso dell’anno. Si tratta di spese

modello 730 1029 detrazioni dichiarazioni dei redditi 2

 


DETRAZIONI 730 2020: BONUS CASA, ECOBONUS, BONUS MOBILI E BONUS VERDE

Sono previste, infine, dalla normativa fiscale un ulteriore categoria di detrazioni che interessano da vicino gli immobili di proprietà. Si ricorda che la somma complessiva delle detrazioni in oggetto è ripartito in 10 rate annuali di pari importo.

modello 730 1029 detrazioni dichiarazioni dei redditi 3

Per maggiori informazioni puoi consultare anche:

 


DEDUZIONI 730 2020: RIEPILOGO PRINCIPALI ONERI DEDUCIBILI

Esistono una serie di spese, come per esempio i contributi previdenziali e assistenziali obbligatori e volontari o le erogazioni liberali in favore degli enti non profit, che danno la possibilità di ridurre il reddito complessivo su cui calcolare l’imposta dovuta. È questo il caso in cui si parla di deduzioni.

NOTA BENE: Al fine di valutare la convenienza tra detrazione e deduzione delle erogazioni liberali a favore di ONLUS, OPS e ADV si consiglia consultare l’articolo al seguente link.

Di seguito, si indicano le principali categorie di ONERI DEDUCIBILI:

modello 730 1029 detrazioni dichiarazioni dei redditi 4

 

Lascia un commento