Novità Detrazioni Modello 730/2019

N

detrazioni modello 730 2019

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato in data 15 gennaio 2019 il nuovo modello 730/2019 per l’anno d’imposta 2018 con le relative istruzioni per la corretta compilazione.Si ricorda che a partire dal 15 aprile 2019 è possibile accedere alla propria dichiarazione dei redditi precompilata inserendo le credenziali di accesso a Fisconline direttamente all’interno DEL sito dell’Agenzia delle Entrate. Il modello dichiarativo potrà poi essere modificato e inviato a partire dal 2 maggio 2019.

In questo articolo andremo ad illustrare le principali novità in tema di detrazioni fiscali previste per la dichiarazione dei redditi 2019 anno d’imposta 2018.

 

MODELLO 730/2019: NOVITA’ ONERI DETRAIBILI (SEZIONE I)

Di seguito si evidenziano le principali NOVITA’ inserite all’interno del QUADRO E Sezione I – ONERI DETRAIBILI del Modello 730/2019:

  1. CODICE 40Spese per l’acquisto di abbonamenti ai servizi di trasporto pubblico locale, regionale e interregionale
    • Detrazione IRPEF pari al 19%
    • Limite spesa totale: euro 250,00
    • L’agevolazione spetta anche per le spese sostenute a favore di familiari a carico
  2. CODICE 43Premi assicurativi aventi ad oggetto il rischio di eventi calamitosi
    • Detrazione IRPEF pari al 19%
    • Per i premi relativi a polizze assicurative aventi ad oggetto il rischio di eventi calamitosi su unità abitative e stipulate a decorrere dal 01-01-2018
    • NO limite di spesa (pertanto la detrazione di calcola sull’interno importo del premio pagato)
  3. CODICE 44Spese sostenute in favore di soggetti affetti da Disturbo Specifico dell’Apprendimento (DSA)
    • Detrazione IRPEF pari al 19%
    • Per spese relative all’acquisto di strumenti compensativi e di sussidi tecnici informatici come da L.170/2010 necessari all’apprendimento del soggetto affetto da DSA
    • Per l’uso (affitto) di strumenti compensativi che favoriscano la comunicazione verbale e che assicurino ritmi graduali di apprendimento delle lingue straniere
    • L’agevolazione spetta anche per le spese sostenute a favore di familiari a carico
    • NO limite di spesa (pertanto la detrazione di calcola sull’interno importo del premio pagato)
  4. CODICE 71Erogazioni liberali in denaro o in natura a favore di ONLUS e APS (quest’ultime iscritte nel registro nazionale e non nei registri regionali)
    • Detrazione IRPEF pari al 30%
    • Limite spesa totale: euro 30.000
    • Tracciabilità: le erogazioni, qualora sotto forma di denaro, devono essere effettuate tramite bonifico postale o bancario, assegni bancari o postali o con bancomat o carta di credito
  5. CODICE 76Erogazioni liberali in denaro o in natura a favore di ODV (organizzazioni di volontariato) iscritte agli appositi registri
    • Detrazione IRPEF pari al 35%
    • Limite spesa totale: euro 30.000
    • Tracciabilità: le erogazioni, qualora sotto forma di denaro, devono essere effettuate tramite bonifico postale o bancario, assegni bancari o postali o con bancomat o carta di credito

 

MODELLO 730/2019: NOVITA’ BONUS RISTRUTTURAZIONI, BONUS VERDE, BONUS MOBILI (SEZIONE III A e III C)

RIGO 41 codice 3 – BONUS RECUPERO PATRIMONIO EDILIZIO

Sono ammesse in detrazione le spese sostenute nell’ambito di interventi di recupero del patrimonio su unità abitative singole (manutenzione straordinaria) e su parti condominiali (manutenzione ordinaria e straordinaria)

  • Detrazione IRPEF: pari al 50%
  • Limite spesa totale: euro 96.000 per ogni singola unità abitativa
  • Modalità: Pagamento tramite bonifico bancario o postale c.d. “parlante”
  • Fruizione: ripartizione importo detrazione in 10 rate annuali costanti

 

NOVITA’ MODELLO 730/2019

  1. Al fine di meglio monitorare gli interventi di risparmio energetico la Legge di Bilancio 2018 ha stabilito l’obbligo di Comunicazione all’ENEA di taluni lavori di ristrutturazione edilizia connessi ai primi a partire dal 2018;
  2. da quest’anno precisano che la detrazione spetta al convivente more uxorio del possessore/detentore dell’immobile anche in assenza di un contratto di comodato. Inoltre, per le opere di risparmio energetico degli edifici esistenti, viene chiarito che in caso di:
    • cessione dell’unità immobiliare oggetto di interventi: il familiare convivente del proprietario dell’immobile conserva la detrazione
    • costituzione del diritto di usufrutto: le quote di detrazione non fruite rimangono al nudo proprietario;
    • vendita dell’immobile oggetto di lavori e contestuale costituzione del diritto di usufrutto: le quote di detrazione non fruite dal venditore si trasferiscono al nudo proprietario.

 

RIGO E41 codici 12 e 13 – BONUS VERDE

La Legge di Bilancio 2018 ha previsto l’introduzione di una nuova detrazione riferita alle spese sostenute a partire per interventi di manutenzione straordinaria realizzati su giardini e terrazzi di abitazioni private e condominiali.

  • Detrazione IRPEF: pari al 36%
  • Limite spesa totale (2 plafond):
  • euro 5.000 per ciascuna unità immobiliare abitativa;
  • euro 5.000 per interventi effettuati sulle parti comuni esterne degli edifici condominiali.
  • Contenuto:
  • Spese relative alla sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, di unità immobiliari, di pertinenze o recinzioni, realizzazione di impianti di irrigazione e pozzi;
  • Spese relative alla progettazione o manutenzione connesse all’esecuzione degli interventi.
  • Modalità: Pagamento tramite strumenti idonei a garantire la tracciabilità della spesa
  • Fruizione: ripartizione importo detrazione in 10 rate annuali costanti

 

RIGO E57 – BONUS MOBILI

In sede di compilazione del Modello 730/2019 possono essere portate in detrazione le spese sostenute nel corso del 2018 per l’arredo (acquisto di mobili e grandi elettrodomestici) di immobili ristrutturati qualora:
→ l’intervento di ristrutturazione dell’immobile abbia siano iniziati nel periodo compreso tra il 01-01-2017 e il 31-12-2018

  • Detrazione IRPEF: pari al 50%
  • Limite spesa totale: euro 10.000
  • Modalità: Pagamento tramite strumenti idonei a garantire la tracciabilità della spesa
  • Fruizione: ripartizione importo detrazione in 10 rate annuali costanti

 

MODELLO 730/2019: NOVITA’ BONUS RISPARMIO ENERGETICO (SEZIONE IV)

I contribuenti che hanno effettuato nel corso dell’anno 2018 interventi di risparmio energetico su unità abitative possono portare in detrazione le relative spese sostenute dichiarando gli importi all’interno del proprio Modello 730/2019 – RIGO E61 della dichiarazione dei redditi.

  • Detrazione IRPEF: pari al 50% e 65% a seconda della tipologia di intervento
  • Limite spesa totale: NON esiste un unico tetto massimo di spesa ma diversi limiti di spesa in funzione della tipologia di intervento realizzato.
  • Modalità: Pagamento tramite bonifico bancario o postale c.d. “parlante”
  • Fruizione: ripartizione importo detrazione in 10 rate annuali costanti

 

NOVITA’ MODELLO 730/2019 

  1. RIGO E61 codice 4 – Sostituzione di impianti di climatizzazione invernaleDall’anno d’imposta 2018:
    • vi rientrano anche gli interventi finalizzati alla sostituzione con impianti dotati di apparecchi ibridi e le spese sostenute per l’acquisto e posa in opera di generatori d’aria calda a condensazione;
    • non è più possibile fruire dell’agevolazione per la sostituzione con caldaie a condensazione di classe inferiore alla A.

    Gli interventi relativi alla sostituzione con caldaie a condensazioni:

    • almeno pari alla classe A vanno indicati con il codice 13;
    • almeno pari alla classe A e contestuale installazione di sistemi di termoregolazione evoluti continuano ad essere indicati con il codice 4.
  2. RIGO E61 codice 13 – Acquisto e posa in opera di caldaie a condensazioneSi tratta di interventi di sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione, con efficienza almeno pari alla classe A
  3. RIGO E61 codice 14 – Acquisto e posa in opera di micro-cogeneratoriSi tratta di interventi finalizzati all’acquisto e posa in opera di micro-cogeneratori in sostituzione di impianti esistenti. Per usufruire della detrazione è necessario che gli interventi in oggetto conducano a un risparmio di energia primaria (PES) pari almeno al 20%. Valore massimo della detrazione: 100.000 euro.

Lascia un commento