Modello SA-ST 2019: come compialre il modello per richiedere il saldo e stralcio delle cartelle

M

modello sa-st 2019 saldo e stralcio

L’Agenzia delle Entrate-Riscossione ha pubblicato ufficialmente sul proprio sito internet il modello SA-ST della domanda di adesione al condono “saldo e stralcio” dei debiti iscritti a ruolo al 31-12-2018.

In particolare, la disciplina contenuta nella Legge di Bilancio 2019 offre la possibilità ai contribuenti persone fisiche che versano in situazione di grave e comprovata difficoltà economica, di mettersi in regola pagando tra il 16 e il 35% delle cartelle esattoriali relative a debiti fiscali e contributivi, scontando anche sanzioni e interessi di mora.

Il requisito della grave e comprovata difficoltà economica si attesta presentando un indicatore ISEE del nucleo familiare NON superiore a € 20.000. I contribuenti con ISEE superiore a tale limite possono accedere alla Rottamazione-ter. 

In questo articolo andremo a fornire un vademecum per la corretta compilazione del Modello SA-ST analizzando le singole sezioni che compongono questo documento.

 

COS’E’ IL MODELLO SA-ST E QUANDO VA COMPILATO

Il modello SA-ST è il documento da compilare per presentare la domanda di adesione al “Saldo e Stralcio” dei debiti affidati all’Agente della Riscossione fino al 31 dicembre 2018.

Deve essere compilato e presentato dal contribuente entro il 30.04.2019 ed è disponibile, oltre che sul sito dell’Agenzia delle Entrate-Riscossione, anche presso tutti gli sportelli territoriali.

Si ricorda che possono aderire al Saldo e Stralcio dei debiti ex Equitalia affidati all’agente della riscossione tra il 1.01.2000 e il 31.12.2017 soltanto le persone fisiche che abbiano un ISEE riferito al nucleo familiare inferiore a € 20.000.

Sono incluse ex lege le persone fisiche che, alla data di presentazione della dichiarazione di adesione, risultino avere aperta la procedura di liquidazione prevista dalla cosiddetta legge sul sovraindebitamento.

 

COME COMPILARE CORRETTAMENTE IL MODELLO SA-ST

Il modello SA-ST è composto da numero 5 pagine, di cui devono essere compilate dal contribuente soltanto le prime 2 (la terza pagina va compilata in caso di conferimento delega a soggetto terzo).

SEZIONE 1 – DATI ANAGRAFICI

SEZIONE 2 – DOMICILIO FISCALE

modello sa-st prima parte

La pagina 1 comprende una parte iniziale all’interno della quale si evidenziano 2 sezioni:

  1. Sezione 1DATI ANAGRAFICI: in questo sezione occorre indicare i dati anagrafici del dichiarante (cioè l’intestatario delle somme oggetto di definizione agevolata). In particolare: nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale. Se il soggetto dichiarante è il tutore o erede, occorre indicare oltre ai dati anagrafici di quest’ultimo anche nome, cognome e codice fiscale della persona per la quale si chiede la definizione agevolata “saldo e stralcio”.
  2. Sezione 2DATI DOMICILIO: in questa sezione il contribuente deve indicare i dati di domicilio, ovvero Comune, provincia e indirizzo di residenza, c.a.p., telefono, oppure in alternativa il contribuente può fornire l’indirizzo PEC qualora ne siano in possesso.

 

SEZIONE 3 – CARTELLE E AVVISI OGGETTO DI RICHIESTA PER SALDO E STRALCIO

modulo sa-st terza parte

Proseguendo sempre a pagina 1 troviamo la sezione 3 all’interno della quale devono essere indicati i numeri relativi alle cartelle esattoriali di cui si intende richiedere l’accesso al saldo e stralcio dei debiti. Nello specifico, è necessario:

  • allegare un elenco riepilogativo delle cartelle/avvisi che si intendono definire
  • oppure indicare il numero delle cartelle/avvisi che si intendono definire.

 

SEZIONE 4 – ADESIONE ALLA PROCEDURA SOLO PER ALCUNI DEBITI INDICATI IN CARTELLA

modulo sa-st quarta parteLa sezione 4 del modello va compilata nell’ipotesi in cui il contribuente intenda richiedere l’adesione alla definizione soltanto per alcuni dei debiti esposti nella cartella. Pertanto, con riguardo alle somme da pagare indicate in una cartella, il contribuente può scegliere di definire:

  • solo alcuni ruoli indicati nella cartella;
  • solo alcuni carichi che compongono i singoli ruoli indicati nella cartella.

In entrambi i casi, occorre richiamare il numero progressivo che individua la cartella e riportare l’identificativo delle somme per le quali si richiede la definizione.

 

SEZIONE 5 – ATTESTAZIONE DI TROVARSI IN UNA SITUAZIONE DI DIFFICOLTA’ ECONOMICA

modello sa-st quinta parte

A pagina 2 troviamo la sezione 5 all’interno della quale il dichiarante deve indicare le seguenti informazioni:

  • numero di protocollo INPS-ISEE (solitamente è un valore riportato in alto a destra della prima dell’attestazione ISEE rilasciata dal CAF o dal professionista abilitato);
  • data rilascio attestazione ISEE (anche questo dato è riportato in alto a destra della prima pagina del documento);
  • valore dell’indicatore della situazione economica equivalente (si tratta di un dato indicato nella prima pagina dell’attestazione nel riquadro ISEE ORDINARIO).

 

SEZIONE 6 – MODALITA’ DI PAGAMENTO

modulo sa-st sesta parte

Nella sezione 6 il contribuente può decidere alternativamente di:

  • pagare in un’UNICA SOLUZIONE entro il 30 novembre 2019;
  • pagare fino ad un massimo di 5 RATE in base alle seguenti scadenze
    • 1° rata entro 30/11/2019 – importo rata pari al 35% del debito
    • 2° rata entro 31/03/2020 – importo rata pari al 20% del debito
    • 3° rata entro 31/07/2020 – importo rata pari al 15% del debito
    • 4° rata entro 31/03/2021 – importo rata pari al 15% del debito
    • 5° rata entro 31/07/2021 – importo rata pari al 15% del debito

 

SEZIONE 7 – RINUNCIA A GIUDIZI PENDENTI

modulo sa-st settima parteIl contribuente che intende aderire alla procedura finalizzata al saldo e stralcio dei debiti iscritti a ruolo deve è chiamato a dichiarare l’eventuale presenza o meno di giudizi pendenti che riguardino le somme oggetto della dichiarazione di adesione (sezione 7 del modello). Di conseguenza, in caso di giudizi pendenti, deve assumersi l’impegno a rinunciarvi.

 

SEZIONE 8 – MODULO DELEGA

odulo sa-st ottava parteIl modulo delega deve essere compilato in caso di presentazione della domanda parte di un soggetto diverso dal richiedente. In tal caso, occorre allegare fotocopia del documento d’identità del delegante e del delegato.

 

MODELLO SA-ST 2019: COME PRESENTARE DOMANDA

Il Modello SA-ST per la definizione dei debiti erariali e previdenziali affidati all’Agente della Riscossione al 31-12-2018 può essere presentato alternativamente:

  1. tramite posta elettronica certificata (PEC), insieme alla copia del documento di identità e alla documentazione allegata, alla casella PEC della direzione regionale dell’agenzia delle Entrate-Riscossione di riferimento (l’elenco delle PEC è pubblicato nel modello a pagina 4 e sul sito di Agenzia delle entrate-Riscossione);
  2. oppure, per i contribuenti meno tecnologici c’è sempre la possibilità della consegna a mano delle istanze di adesione direttamente agli sportelli dell’agenzia delle Entrate-Riscossione.

Nella nota diramata dalla Riscossione viene chiarito che «Eventuali ulteriori modalità di presentazione saranno, tempo per tempo, pubblicate sul portale dell’Agenzia delle Entrate e Riscossione.

Lascia un commento