Saldo e Stralcio debiti cartelle di pagamento: come fare domanda online

S

saldo e stralcio debiti cartelle di pagamento

Saldo e stralcio DEBITI ex Equitalia: al via la possibilità di presentare le domande online dal 1° marzo al 30 aprile 2019. Da oggi tutto questo è possibile grazie al nuovo servizio “Fai da te” attivo sul sito dell’Agenzia delle Entrate-Riscossione, che consente di presentare direttamente dal computer, smartphone o tablet, la domanda di adesione al provvedimento contenuto nella legge di bilancio 2019 (la 145/2018).

Si ricorda che tramite l’istituto del “Saldo e Stralcio” i contribuenti che versano in situazioni di oggettiva difficoltà economica possono estinguere i debiti affidati all’Agente della Riscossione dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2017 in forma agevolata pagando una percentuale ridotta a titolo di capitale e interessi di ritardata iscrizione a ruolo, senza corrispondere sanzioni e interessi di mora.

In questo articolo andiamo ad illustrare la procedura di presentazione delle domande online.

 

SALDO E STRALCIO DEBITI 2019: REQUISITI SOGGETTIVI

Possono aderire al “Saldo e Stralcio” delle cartelle ex-Equitalia tutte le persone fisiche che

  • versano in una grave e comprovata situazione di difficoltà oggettiva
  • rappresentata dalla presenza dell’Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE) del nucleo familiare NON SUPERIORE ad euro 20.000.

Tutti i contribuenti persone fisiche con ISEE < 20.000 euro estinguere i propri debiti affidati all’Agente della Riscossione dal 01-01-2000 al 31-12-2017 in forma agevolata pagando una percentuale ridotta a titolo di capitale e interessi di ritardata iscrizione a ruolo, senza corrispondere sanzioni e interessi di mora. Di seguito, si riportano le percentuali:

VALORI ISEE % DEBITO DA PAGARE
Fino ad euro 8.500 16%
Da € 8.500,01 a € 12.500 20%
Da € 12.500,01 a € 20.000 35%

Possono presentare domanda anche i contribuenti che hanno aderito alle precedenti Rottamazioni (di cui al D.L. 193/2016 e D.L. 148/2017) e non hanno perfezionato integralmente e tempestivamente i pagamenti delle somme dovute – e sempre che abbiamo un indicatore ISEE non superiore ai 20mila euro. In questo caso, è bene precisare che gli eventuali versamenti effettuati a seguito delle predette dichiarazioni restano definitivamente acquisiti e non ne è ammessa la restituzione; inoltre, gli stessi versamenti vanno computati ai fini della definizione in questione.

COSA SUCCEDE IN PRESENZA DI ISEE SUPERIORE A € 20.000?
Nell’ipotesi in cui un contribuente abbia un ISEE superiore ad euro 20.000 e, di conseguenza, non possa accedere al Saldo e Stralcio, può, in alternativa, aderire alla procedura della Rottamazione-Ter prevista in base alla D.L. 119/2018 per i debiti affidati all’Agente della Riscossione dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2017.

 

SALDO E STRALCIO DEBITI 2019: REQUISITI OGGETTIVI

Rientrano nella definizione agevolata i debiti che scaturiscono dal mancato versamento di:

  • imposte risultanti da dichiarazioni annuali e da eventuali attività di accertamento ai fini IRPEF ed IVA, a titolo di tributi e relativi interessi e sanzioni;
  • contributi dovuti dagli iscritti
    • alle casse di previdenza previste dai vari ordini professionali,
    • alle gestioni previdenziali dei lavoratori previste dall’INPS (gestione commercianti, artigiani e gestione separata), con esclusione dei contributi richiesti a seguito di attività di accertamento.
COSA SUCCEDE SE I DEBITI NON RIENTRANO NELLE DUE TIPOLOGIE?
Puoi comunque aderire alla Definizione agevolata 2018 prevista dal D.L. 119/2018, convertito con modificazioni dalla L. n. 136/2018, per i carichi affidati all’Agente della riscossione dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2017 (cosiddetta “rottamazione-ter”).

 

SALDO E STRALCIO DEBITI 2019: ENTRO QUANDO PRESENTARE DOMANDA

Per poter accedere alla procedura di definizione agevolata il contribuente debitore deve presentare apposita domanda entro il 30 aprile 2019 specificando in quella sede se intende saldare il proprio debito in un’unica soluzione o in 5 rate.

In caso di rateizzazione il piano di ammortamento è calcolato come segue:

NR. RATE SCADENZE IMPORTO RATA
1° rata 30-11-2019 35%
2° rata 31-03-2020 20%
3° rata 31-07-2020 15%
4° rata 31-03-2021 15%
5° rata 31-07-2021 15%

 

SALDO E STRALCIO DEBITI 2019: COME PRESENTARE DOMANDA

La domanda di adesione alla procedura del “Saldo e Stralcio” delle cartelle ex-Equitalia può essere alternativamente presentata:

  1. PEC: invio tramite posta elettronica certificata del Modello SA-ST alla casella pec della Direzione Regionale di Agenzia delle Entrate-Riscossione di riferimento, debitamente compilato in ogni sua parte, con particolare attenzione alla sezione relativa all’attestazione della situazione di grave e comprovata difficoltà economica, unitamente alla copia della documentazione di riconoscimento.
  2. PRESSO GLI SPORTELLI: consegna del Modello SA-ST debitamente compilato e firmato all’ufficio di Agenzia delle entrate-Riscossione territorialmente competente.
  3. SERVIZIO WEB: presentazione della domanda tramite compilazione del form online del servizio “Fai D.A. te”

Scarica il Modello SA-ST (151 KB)

 

SALDO E STRALCIO DEBITI 2019: COME PRESENTARE DOMANDA ONLINE

Come anticipato, è possibile presentare la domanda di adesione in modalità online compilando, entro il 30 aprile 2019, l’apposito form online del servizio “Fai D.A. te”.

Sono previsti 2 percorsi alternativi:

  • CON CREDENZIALI: se si è in possesso delle credenziali di accesso all’area riservata (FISCOLINE), non si deve allegare nessuna documentazione: è sufficiente compilare i vari campi richiesti all’interno del form “Fai D.A. te” presente in area riservata.saldo e stralcio debiti cartelle di pagamento scheda 1
  • SENZA CREDENZIALI: in questo caso si utilizza il servizio “Fai D.A. te” presente al seguente link
    https://servizi.agenziaentrateriscossione.gov.it/DefinizioneAgevolata/saldoStralcio18.do
    La compilazione del form è semplice ed immediata e comprende le seguenti aree di inserimento dati,

    1. DATI DICHIARANTE: dati anagrafici del dichiarante
    2. DOMICILIAZIONE: dati residenza fiscale del dichiarante
    3. INFORMAZIONI DI CONTATTO: indicare l’e-mail a cui si desidera essere contattati
    4. INSERIMENTO CARICHI (cartella/avviso): indicare il numero della cartella di pagamento

    A conclusione occorre allegare in pdf la seguente documentazione:

    • Documentazione di riconoscimento;
    • Dichiarazione sostitutiva che troverai all’interno del form;
    • Certificazione ISEE del nucleo familiare o il decreto di apertura della liquidazione.

Dopo aver compilato tutti i campi del form online (elenco delle cartelle e degli avvisi, numero di rate, ecc.) e confermato i dati, riceverai una prima e-mail all’indirizzo che hai indicato, con un link da convalidare entro le successive 72 ore (decorso tale termine, il link non sarà più valido e la richiesta sarà automaticamente annullata).

Una volta convalidata la richiesta, riceverai una seconda e-mail di presa in carico con:

  • numero identificativo della pratica
  • riepilogo dei dati inseriti.

Infine, se la documentazione allegata è corretta, ti verrà inviata un’ultima e-mail di ricevuta con allegato il Modello SA-ST.

Scarica la Guida al servizio Fai D.A te (2 MB)

Lascia un commento